È un test di screening probabilistico finalizzato ad individuare nella popolazione generale, in particolare in quella a basso rischio, le gravidanze a rischio aumentato per Sindrome di Down. Si compone di una valutazione ecografica mirata al controllo della translucenza nucale fetale cui si associa la valutazione su siero materno di free beta-hcg e PAPP-A. Il risultato derivato dal test esprime solo una stima del rischio. Non è un esame diagnostico e pertanto non sostituisce la diagnosi prenatale invasiva. Si esegue fra la 11°+0 e la 13°+6 settimana di gestazione.