L’ossigeno-ozono terapia, basata sull’erogazione di ossigeno-ozono nell’organismo attraverso diverse tecniche, è ampiamente diffusa nel trattamento delle ernie discali, siano esse cervicali, dorsali o lombari.

L’iniezione della miscela ossigeno-ozono per via intramuscolare ha effetti antinfiammatori e analgesici, migliora la circolazione locale e l’ossigenazione. Inoltre, a seguito di alcune settimane di trattamento, l’ozono-ossigeno terapia induce la disidratazione del tessuto e una diminuzione del volume dell’ernia, che elimina la compressione sulle radici dei nervi con conseguente riduzione del dolore.

L’ozono è un gas naturale e da tempo utilizzato nel trattamento dell’ernia discale e raccoglie un numero sempre maggiore di consensi grazie alla sua efficacia e l’assenza di effetti collaterali.

La terapia è basata sull’ utilizzo di una miscela gassosa di ossigeno ed azoto iniettata nella zona circostante l’ernia, allo scopo di stimolare il processo di guarigione. Il trattamento di ossigeno-ozono terapia può avvenire attraverso tecnica intraforaminale o attraverso infiltrazione intramuscolare.

Tecnica intraforaminale: si accede per via cutanea al forame invertebrale tramite un sottile ago e si procede alla somministrazione del gas.

Infiltrazione paravertebrale: avviene mediante iniezione intramuscolare a livello dei muscoli lombari paraspinali. L’infiltrazione paravertebrale agisce invece come terapia antinfiammatoria a livello locale.